Allevamento
Esposizioni
Lavoro
Boxer
Boxer Bianco
News

Ulteriori approfondimenti sul Boxer Bianco
visitando la sezione dedicata sul sito
Italian Boxer Club

Allevamento Boxer Casa Bartolini

Stefano Bartolini e il boxer bianco guardano avanti e... vanno oltre

I.B.C., Italian Boxer Club

Dopo mesi di lungo silenzio nell'attesa che Il Ministero delle politiche Agricole Alimentari e Forestali si esprimesse circa la correttezza delle procedure adottate dall'Enci riguardo al divieto di riproduzione per il boxer bianco, Stefano Bartolini non perde le speranze e non si ferma.

Allo stato, prende atto della mancata risposta da parte del Ministero ma continua e persevera nella ricerca della verità.

La battaglia per il riconoscimento del diritto a riprodursi del boxer bianco non è persa e l'obiettivo è sempre lo stesso: avere una risposta sul perché il boxer bianco tuttora si trovi privato della capacità di riprodursi per una dicitura che è totalmente priva di fondamento giuridico e per di più non è supportata da alcun dato scientifico ma addirittura sembra essere il frutto di una irregolarità di procedura che ha comportato che un documento come il pedigree, che, giova ribadirlo, può essere modificato soltanto previa autorizzazione all'Enci che provenga da un decreto ministeriale del Ministero delle politiche Agricole Alimentari e Forestali, sia invece stato modificato senza che di questo decreto di autorizzazione si rinvenga traccia.

Con il fine supremo di ridare dignità ad un boxer che per lunghi anni è stato oggetto di discriminazioni, di soppressioni incontrollate e, in generale, oggetto di un più generico maltrattamento genetico a seguito della impossibilità di riprodursi per motivi che esulano dalla salute e dal benessere della razza, Stefano Bartolini non si ferma e oltre che "guardare lontano", va "oltre" spingendosi fino alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano, con l'intento di esporre alle autorità competenti la storia del boxer bianco nella speranza che dall'esposizione dei fatti, l'autorità giudiziaria adita rinvenga i presupposti per esercitare un azione penale che dia giustizia ad un cane che ha avuto la sola sfortuna di nascere bianco e ponga fine ad una procedura che si considera illegittima.

La situazione del boxer bianco, ad oggi, è questa.

Non ci resta che dare fiducia alle autorità giudiziarie e nel frattempo pubblicizzare quanto più possibile che il boxer bianco è un cane sano, uguale ai suoi fratelli tigrati e ai fulvi, con pari dignità e velleità espositive (queste ultime solo potenziali in Italia mentre risultano effettive in Germania, madrepatria della razza e in Svizzera), con un legittimo pedigree macchiato purtroppo da un divieto di riproduzione per una profonda ingiustizia.

Documenti:

Guardano avanti e... vanno oltreGuardano avanti e... vanno oltre
scarica il PDF

Boxer Bianco: per saperne di piú
    Lettera al Boxer-Klub E.V. Sitz München
    Accoppiamenti con boxer bianchi
    Nuova lettera all'ENCI
    Lettera aperta al Direttore dell'ENCI
    La Germania
    Chi sei ENCI?
    ENCI dove sei?
    Il test di Baer
    Dear Sirs wake up!
    L'ultima frontiera
    Realtà e fantascienza
    Sfatiamo un po' di miti e leggende
    Modifica dello standard: aggiornamento
    Guardano avanti e... vanno oltre
    Manuali sul boxer: maneggiare con cautela
    Laureata in boxer bianco
    Nuova lettera al Ministero
    Bartolini denuncia l'ENCI al Ministero
    Il cerchio si chiude!
    Modifica Standard
    Ma di che colore è
    United Colors of B..artolini
    Lettera del presidente sul Boxer Bianco
    Il nuovo che viene dal passato
    Un pedigree per il boxer bianco
    L'amara storia del Boxer Bianco
    Perché ad una domanda logica...
    Intervista a Stefano Bartolini
    Boxer Bianco: un timbro su cui riflettere
    Il Boxer Bianco, patrimonio della razza
    La rivincita del Boxer Bianco
    Il Pedigree
    Il Boxer Bianco: cosa ne pensa il veterinario
    I colori del boxer, e la legge di Mendel
    Alle origini eravamo bianchi
    Sono un boxer anch'io? No, tu no...
Manuali sul boxer

Italia di Casa Bartolini:
primo boxer bianco con pedigree italiano